Attestato di CONFORMITA’ ALLE DIRETTIVE EUROPEE (PARTE 1: cosa fare in Italia)

Attestato di CONFORMITA’ ALLE DIRETTIVE EUROPEE del vostro diploma di laurea (Mod. G2), rilasciato dal Ministero della Sanità    (PARTE 1: cosa fare in Italia)

 

Pensavate mi fossi scordato di voi… e invece rieccomi qua! Dopo la pausa estiva, finalmente non mancherò di informarvi sulla tanto attesa equivalenza del titolo di studi!

 

Come accennato precedentemente, per esercitare la professione infermieristica in Francia occorre essere in possesso di un documento che attesti l’equivalenza del vostro titolo di studi. Benché pensando ai vantaggi dell’essere cittadini comunitari si tenda a non dare molto peso, vi assicuro che questo documento sarà l’unico vero passepartout al mondo professionale francese.

 

Vi invito a non prendere in considerazione lo scetticismo del personale del Ministero della Salute, i cui impiegati, a suo tempo, avevano sconsigliato al sottoscritto di richiedere il documento in questione, perchè poco richiesto. Purtroppo non è così.

 

Come si fa ad ottenere l’equivalenza del titolo di studi?

 

L’iter è meno immediato di quanto si pensi. Ma non preoccupatevi, vi indicherò cosa fare. 

Per prima cosa, operazione che potrete effettuare ancora in Italia, occorrerà inviare una richiesta scritta al Ministero della Salute compilando i documenti del Modello G2 che riguarda i titoli DIVERSI da Medico chirurgo, Medico Specialista, Medico di Medicina generale, Medico Veterinario, Odontoiatra, Farmacista. Insomma, ciò che riguarda la professione di INFERMIERE. ( http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_6.jsp?id=2972&area=professioni-sanitarie&menu=riconoscimento ). Bisogna fare attenzione a ciò che c’è scritto in alto. Per trovare il modello G2 dovete andare nella sezione per i titoli conseguiti in Italia. Purtroppo il sito del ministero mette automaticamente l’apertura del link nei titoli conseguiti all’estero.

 

Durante la compilazione, vi consiglio vivamente di scrivere quanto più leggibile possibile tutte le informazioni richieste per evitare che il funzionario statale rischi di scambiare il vostro nome con uno foneticamente analogo, facendovi perdere un mese e mezzo di tempo in errori ministeriali. Per quanto possa sembrare strano il mio avvertimento, vi assicuro che si incorre molto più spesso di quanto pensiate in errori grossolani che rischiano di abusare del vostro tempo e della vostra pazienza!

 

Compilato il documento in tutte le sue parti, occorrerà apporre una marca da bollo dal rinnovato costo, a partire dal 26 giugno 2013, di €16. NOTATE BENE che in tutti nei documenti, sia l’allegato che il modello, c’è ancora scritto di apporre la marca da bollo con il vecchio valore, perciò fate attenzione, non incorrete in questo piccolo errore! Dopodichè, non vi resterà che spedire il tutto al Ministero della Salute:

 

MINISTERO DELLA  SALUTE

Direzione Generale delle professioni sanitarie e

delle risorse umane del S.S.N. – Uff. IV -

Via Giorgio Ribotta, 5 –  00144 ROMA

 

Per evitare ulteriori imprevisti, è fortemente consigliata una spedizione con ricevuta di ritorno in modo tale da poter tracciare il vostro pacco di documenti in caso di smarrimento. Benché la burocrazia francese possa apparire macchinosa e lenta, è opportuno non sottovalutare quella italiana che riesce anche ad essere caotica e dispersiva.

 

Normalmente, se tutto andasse bene, entro un mese, riceverete al domicilio da voi indicato il documento di Conformità alle direttive europee. In pratica, attraverso questo documento il Ministero della Salute attesta che il percorso universitario da voi conseguito vi ha condotto ad ottenere un regolare diploma infermieristico.  Purtroppo, benché questo documento sia volto ad essere utilizzato all’estero, il Ministero lo rilascia esclusivamente in italiano. Dovrete dunque ricorrere ad un traduttore o ad un’agenzia di traduzione, affinché possiate ottenere una traduzione asseverata (http://www.infermiereaparigi.com/buroita/traduzione-asseverata/).

 

A questo punto, una volta arrivati in Francia, per ottenere l’effettiva equivalenza del vostro diploma infermieristico, dovrete inviare una copia dell’Attestazione di Conformità alle direttive europee dell’originale; una fotocopia della traduzione asseverata di questo documento, insieme ai documenti che vi verranno richiesti dalla regione in cui deciderete di andare a lavorare (nel mio caso l’Ile-de-France) alla DIRECTION REGIONAL DE LA JEUNESSE, DES SPORTS ET DE LA COHESION SOCIALE, che potrete abbreviare nella praticissima sigla DJRSCS. (Entrerò nel dettaglio di questo argomento nella Parte 2)

 

Entro pochi giorni otterrete il vostro lasciapassare tanto desiderato!

 

 

 

Nel caso abbiate la necessità di reperire i responsabili della sezione del riconoscimento dei diplomi italiani all’estero al Ministero della Salute, vi consiglio di rivolgervi al vostro Collegio Ipasvi di riferimento che vi fornirà i numeri da contattare in caso i tempi diventino troppo lunghi; o per sollecitare una risposta; o semplicemente per accertarvi che stiano trattando la vostra pratica.

 

Il suggerimento migliore che io possa darvi è quello di armarsi di pazienza perché l’incaricato ministeriale sarà raggiungibile solo un’ora (dalle 11:30-12:30) per tre giorni della settimana (martedì, giovedì, venerdì) e prendere la linea non è semplice, lo dico per esperienza personale (65 chiamate in un’ora di tempo, e la risposta è arrivata alle 12:30… non disperate!) 

Bon courage à tous!

 

Marco